Shampoo Solido - Consigli per usarlo al meglio

Da Nicola - Categoria : Cura dei capelli Bio , Default

Shampoo Solido - Consigli d'uso

Se sei sempre alla ricerca dei migliori prodotti per la cura dei tuoi capelli ma hai anche un'anima ecologica e sogni un mondo con meno plastica e meno rifiuti, sicuramente sarai rimasta incuriosita dagli shampoo solidi, che promettono capelli perfettamente puliti in un imballo 100% ecologico.

Davanti al panetto di shampoo solido, però, i dubbi sono tanti: dalla difficoltà di utilizzo, all'effettivo potere lavante, fino al risultato; il terrore dei capelli stopposi ed opachi è uno dei più frequenti!

Con l'arrivo di nuovi e validissimi shampoo e detergenti solidi nel nostro shop (trovi il link ai prodotti più in basso), abbiamo deciso di realizzare una guida all'utilizzo dello shampoo solido sfatando i miti più comuni e fornendo indicazioni precise sucome usarlo e come scegliere quello giusto.

Lo shampoo solido non è un sapone

Lo shampoo solido non è un sapone

Nell'immaginario comune tutti i detergenti in panetto solido vengono comunemente associati al sapone, ma sapone e detergente solido sono due prodotti estremamente diversi tra loro.

Abbiamo parlato di come è fatto un sapone e come riconoscerlo dall'inci, in un vecchio post (link in fondo all'articolo) quindi ci limiteremo solo a ricordare che per sua natura ha un ph basico (superiore a 8), mentre il capello richiede ph acidi, ed in più forma dei sali insolubili a contatto con i metalli normalmente disciolti nell'acqua che rendono il capello opaco e spento, per questo non è un prodotto adatto al lavaggio dei capelli.

Purtroppo shampoo solido e sapone vengono spesso confusi (complici certe etichette fuorvianti) e così chi ha provato a lavarsi i capelli con un sapone, pensando che fosse uno shampoo solido, parlerà probabilmente di una brutta e complicata esperienza.

Uno shampoo solido non è un sapone! Lo shampoo solido ha un INCI (la lista degli ingredienti di un cosmetico) del tutto simile ad un normale shampoo liquido, ma senza acqua, e le sue caratteristiche, come il ph, la capacità lavante, la delicatezza, sono determinate dalla formula e possono variare notevolmente da prodotto a prodotto.

Come scegliere lo shampoo solido

Lo shampoo solido, come abbiamo detto, è un cosmetico analogo ad un tradizionale shampoo ma senza acqua, quindi la scelta dello shampoo solido più adatto ai propri capelli dovrà seguire lo stesso principio della scelta dello shampoo tradizionale, considerando il tipo di capello, la frequenza con cui ci si lava, il risultato che si desidera ottenere.

Non esiste lo shampoo solido perfetto, ma ogni prodotto andrà sempre calibrato in base alle esigenze ed al gusto personale di ciascuno di noi.

Cerchiamo di darti qualche consiglio per gli acquisti in base al tipo di capello ed all'esigenza:

Shampoo Solido per capelli Grassi

Se hai un problema di capelli grassi e che si sporcano facilmente gli shampoo solidi più indicati per te sono sicuramente:

Shampoo Solido Rinforzante Inner - La Saponaria

Shampoo Solido Purificante - Parentesi Bio

Shampoo solido al bergamotto - Tukiki

Shampoo Solido per capelli secchi o sottili

Per i capelli secchi o sottili, che tendono ad essere spenti e sono stressati da smog e trattamenti:

Shampoo Solido nutriente e protettivo Co.So Officina Naturae

Shampoo Solido Rinforzante e Lenitivo - Inner - La Saponaria

Shampoo Solido idratante e ricostituente - Parentesi Bio

Shampoo solido delicato per lavaggi frequenti

Per chi sente l'esigenza di lavare spesso i capelli e ha bisogno di un prodotto delicato ma efficace:

Shampoo Solido Idratante e Illuminante Co.So Officina Naturae

Shampoo Solido avena e fico d'india - Tukiki

Solido - Detergente unico Biofficina Toscana

Come si usa lo shampoo solido

Come usare lo shampoo solido

Utilizzare lo shampoo solido è facile tanto quanto utilizzare un tradizionale shampoo liquido, ma occorre prestare attenzione a pochi semplici passaggi per non sbagliare.

Ecco gli step corretti per utilizzare lo shampoo solido:

  1. Bagnare i capelli e le mani sotto l'acqua
  2. passare ripetutamente il panetto tra le mani fino a formare una schiuma morbida.
  3. massaggiare con le mani insaponate la cute lasciando che lo shampoo scorra verso le lunghezze
  4. ripetere l'operazione più volte se lo ritenete necessario.
  5. risciacquare abbondantemente

Lo shampoo (solido o liquido che sia) andrebbe sempre utilizzato solo sulla cute, lasciando eventualmente che scorra verso le lunghezze, per evitare che si secchino eccessivamente.

Sconsigliamo di sfregare direttamente il panetto sui capelli o sulla cute perchè rischierebbe di depositare troppo prodotto causando una secchezza eccessiva dei capelli e difficoltà nel risciacquo.

Lo shampoo solido ha, tendenzialmente, un ph acido, proprio come lo shampoo liquido, quindi non è necessario un risciacquo acido al termine del lavaggio.

Come conservare e far durare lo shampoo solido

Conservare correttamente lo shampoo solido è sicuramente uno dei passaggi meno scontati dell'uso di questo tipo di prodotto.

Lo shampoo solido ha bisogno di potersi asciugare dopo ogni utilizzo, quindi è necessario poterlo riporre in un porta sapone che non conservi residui di acqua (come il disco di luffa di Officina Naturae) oppure appeso a suo cordoncino (se ne è dotato) o in un sacchetto di rete porta sapone.

Se lo shampoo solido viene lasciato a contatto con l'acqua, ad esempio in un porta sapone che non dreni correttamente l'acqua, tenderà a sciogliersi e diventare difficile da utilizzare.

La mia doccia ha alcuni ripiani porta oggetti a grate, quindi è perfetta per lasciare lo shampoo solido ad asciugare, mentre molti scelgono di appendere il panetto ad un gancio a ventosa, comodo e semplice da applicare.

Un consiglio per far durare più a lungo lo shampoo solido può essere quello di dividerlo in parti più piccole in modo tale da conservare all'asciutto buona parte del panetto e bagnarne solo una piccola parte.

Lo shampoo solido è una scelta Ecologica e sostenibile

Scegliere un cosmetico ecobio, magari in un flacone di bioplastica è già un importante gesto di rispetto nei confronti dell'ambiente che ci circonda, ma un buon shampoo solido è sicuramente un cosmetico ancor più sostenibile e con un impatto ambientale ridotto.

Innanzitutto non richiede imballaggi in plastica: non essendo liquido è sufficiente un imballo in carta o, al più, un a leggera pellicola per proteggerlo dall'umidità, quindi meno plastica in circolazione

Essendo privo di acqua e concentrato, uno shampoo solido ha dimensioni notevolmente ridotte rispetto ad uno shampoo liquido. Lo shampoo solido La Saponaria da 50g, ad esempio, equivale a circa 300 ml di shampoo tradizionale, quindi meno peso da trasportare e di conseguenza meno CO2 consumata per il trasporto.

Grazie alla formula solida, che non richiede acqua nella produzione, ed alle sue caratteristiche che, solitamente, permettono di risciacquarlo con maggiore facilità, lo shampoo solido consente un risparmio di acqua, bene prezioso per il nostro ambiente.

Inoltre i detergenti solidi sono i più grandi amici dei viaggiatori, perchè occupano pochissimo spazio e possono essere portati in aereo nel bagaglio a mano senza problemi!

Se ti abbiamo convinto a provare uno shampoo solido, ecco la nostra selezione di prodotti per te!

Articoli in relazione

Condividi

Prodotto aggiunto alla wishlist
Prodotto aggiunto per il confronto.