I principali usi del Burro di Karitè per mamma e bebè

Pubblicato : 19/09/2010 12:45:30
Categorie : Ingredienti Cosmetici e INCI

Uno degli ingredienti più preziosi che ci offre la natura per la bellezza e la salute del nostro corpo è senza dubbio il Burro di Karitè.
Il Karitè è un albero ad alto fusto che cresce spontaneo in Africa nella zona compresa tra il Nilo e il Senegal. Questo albero non può essere coltivato in quanto per poter essere "redditizio" deve aver raggiunto una considerevole dimensione, e questo aspetto lo mette al riparo da manipolazioni dell'uomo quali concimazioni o disinfestazioni con pesticidi, inoltre la raccolta delle noci avviene ancora manualmente nei mesi tra Marzo e Aprile da parte delle popolazioni indigene che successivamente procedono all'essicazione delle bacche e alla macinatura in mortai, facendo si che il burro che si ricava sia un ingrediente naturalmente sicuro e biologico.

Le caratteristiche

Le caratteristiche che lo rendono un ingrediente davvero eccezionale e prezioso sono: -Un altissimo contenuto di insaponificabili che va dal 12% al 18% (Gli insaponificabili sono sostanze indispensabili e fondamentali per il mantenimento della naturale elasticità della pelle) -Presenza abbondante di vitamine A, B, E e F (che lo rendono adatto per secchezza cutanea, dermatiti, eritemi, ustioni, arrossamenti, ulcerazioni e irritazioni) -Una buona capacità filtrante nei confronti dei raggi solari -Consistenza unta ma di facile assorbimento che evita lo sgradevole effetto "unto" dei comuni olii

In particolar modo in questo articolo vogliamo soffermarci sui suoi usi durante la gravidanza e l'allattamento e per la cura dei neonati.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Studi recenti hanno mostrato come l'alta concentrazione di insaponificabili intervenga sensibilmente nel processo fisiologico di produzione dei fibroblasti, cellule deputate alla formazione delle fibre di collagene e dell'elastina, che sono molto importanti per mantenere la pelle elastica. Questa caratteristica, unita all'alta concentrazione di vitamine (in particolar modo la vitamina E noto riepitelizzante e antiossidante) rende il burro di Karitè uno degli alleati migliori contro la lotta alle smagliature. Le smagliature in gravidanza si formano a causa di una modificazione molto rapida del corpo, che sollecita violentemente la pelle. Se la pelle non riesce a produrre sufficiente collagene ed elastina, si "rompe" generando queste antiestetiche cicatrici. Il nostro consiglio è quello di cominciare ad usare burro di Karitè per massaggiare le zone dell'addome, del seno, dei fianchi e delle gambe già dai primi giorni, in modo tale da rendere da subito la pelle il più elastica possibile. L'apporto di insaponificabili e i benefici del massaggio faranno si che la pelle sia preparata ai cambiamenti, limitando i danni al minimo.
L'uso sul seno rende anche la pelle più elastica a pronta alle sollceitazioni dell'allattamento, prevendo la formazione delle fastidiosissme ragadi. Le proprietà riepitelizzanti di questo meraviglioso ingrediente potranno tornare molto utili anche nel caso in cui le ragadi dovessero essere già comparse, infatti usato con costanza permette una più rapida cicatrizzazione della parte.

PER IL BEBE'

Le proprietà del burro di Karitè lo rendono un'ottimo ingrediente per prevenire la formazione di irritazioni nel sederino dei bambini a causa del contatto con il pannolino, nonchè come disarrosante nel caso in cui gli arrossamenti si fossero già formati. Inoltre il burro di Karitè può essere usato sia in estate per lenire gli arrossamenti causati dal sole o le dermatiti causate dal sudore, sia in inverno contro le screpolature causate dal freddo.
Il burro di Karitè, scaldato tra le mani della mamma, potrà essere un ottimo veicolo per il massaggio del bambino, in grado di donargli tanto calore e serenità senza lasciare quello sgradevole effetto unto dei comuni olii.

Condividi

devi essere registrato

Clic here to register

Add a comment