Olio di Ricino - consigli d'uso

Pubblicato : 09/03/2015 23:39:44
Categorie : Ingredienti Cosmetici

Sin dall'antico Egitto si hanno notizie dell'impiego dell'olio estratto dai semi del ricino (ricinus communis) come rimedio naturale di bellezza!
Si presenta come un olio dal colore giallo paglierino, dall'odore marcato e dalla consistenza viscosa che non si altera al variare della temperatura; è particolarmente ricco di acidi grassi a catena lunga come l'acido ricinoleico gli omega 6 o omega 9 e risulta ottimo per l'impiego cosmetico sia sulla pelle che su capelli e unghie grazie alla sua azione positiva sulla cheratina.

Vediamo assieme i principali utilizzi:

Ciglia e Sopracciglia

Applicate ogni sera prima di andare a letto qualche goccia di olio di ricino sulle ciglia utilizzando un pennello per ciglia (o lo scovolino pulito di un vecchio mascara), facendo attenzione a non far entrare l'olio nell'occhio, per ottenere ciglia più lunghe, folte e resistenti.
L'olio può essere applicato anche sulle sopracciglia, aiutandosi con un pennello, per renderle più folte specialmente dove si sono eccessivamente diradate.
In alternativa si può utlizzare l'olio di ricino VicTor Philippe già dotato di pettine tipo mascara
In entrambi i casi i primi risultati dovrebbero vedersi in un paio di settimane.

Unghie e Cuticole

L'olio di ricino è molto indicato anche per rinforzare le unghie che si sfaldano ed eliminare le antiestetiche cuticole secche; sarà sufficiente applicare qualche goccia di olio di ricino (magari aiutandosi con un pennellino) sulle unghie (ovviamente prive di smalto) e massaggiare le cuticole ogni sera. I primi risultati dovrebbero vedersi già dopo qualche giorno.

Capelli

Grazie all'elevata presenza di acidi grassi e omega-6 e omega-9, l'olio di ricino risulta un prezioso alleato per contrastare la caduta dei capelli rinforzarli rendendoli più sani.
Potete applicare l'olio di ricino (meglio se leggermente riscaldato) sul cuoio capelluto con un massaggio delicato ma prolungato (per poter stimolare il micro circolo sanguigno e consentire ai follicoli di assorbire il massimo nutrimento) e tenerlo in posa per un'intera notte avvolto in una cuffia per poi rimuoverlo la mattina seguente con lo shampoo abituale (trattandosi di un olio molto viscoso potrebbe essere necessario un lavaggio in più).

Grazie alle sue proprietà anti batteriche e anti fungine, l'olio di ricino si presta anche per impacchi antiforfora, ma in questo caso è meglio miscelarlo con un altro olio come l'olio di jojoba o l'olio di argan.



Gli usi cosmetici dell'olio di ricino sono i più disparati e qui abbiamo voluto elencarvi solo i più comuni, ma se avete altre ricette da suggerire o trucchi per l'applicazione, i vostri consigli sono sempre ben accetti!


Condividi

You must be registered

Clic here to register

Add a comment